PNEI stella cometa della medicina moderna - la stella dei magi

Codice: 9788896863381

Maturazione cristica è la condizione di un individuo che ha equilibrato dentro di sé il maschile e il femminile; prima di questo momento quest’uomo poteva provare affetto, simpatia, affinità psichica e mentale, attrazione erotica secondo una gamma infinita di eccitazioni, ma non il vero Amore in quanto il vero amore è solo la conseguenza tra l’incontro del femminile, l’intuizione, e del maschile, del portare in espressione l’intuizione, la creatività

Prezzo: € 28,24

Disponibilità:

Alta

Descrizione

PNEI Stella Cometa della medicina moderna – la scienza dei magi

L’aspetto filosofico della medicina essenica, trova compimento nella SCIENZA DEI MAGI.

L’autore di questo libro, il medico Paolo Lissoni è tra i più grandi esperti al mondo di PNEI (psico-neuro-endocrino-immunologia). Laureato anche in teologia ha rivisitato la questione delle conseguenze dell’amputazione dell’arianesimo dal panorama religioso del cristianesimo.

E’ un libro scientifico di PNEI con l'accento sulla spiritualità

Questo libro è un testo avanzato di Medicina Essena di cui LA SCIENZA DEI MAGI ne sarebbe la massima espressione.
La PNEI, psico-neuro-endocrino-immunologia, è la scienza che studia la produzione di sostanze endogene in relazione alle percezioni dell’individuo e dei suoi stati di coscienza.
Per questo motivo, secondo il dott. Paolo Lissoni, la PNEI deve prevedere la figura non del semplice medico, ma del medico-teologo, cioè di una figura che oltre a curare il corpo sia in grado di sollevare anche lo spirito del malato.

In medico teologo

Maturazione cristica è la condizione di un individuo che ha equilibrato dentro di sé il maschile e il femminile; prima di questo momento quest’uomo poteva provare affetto, simpatia, affinità psichica e mentale, attrazione erotica secondo una gamma infinita di eccitazioni, ma non il vero Amore in quanto il vero amore è solo la conseguenza tra l’incontro del femminile, l’intuizione, e del maschile, del portare in espressione l’intuizione, la creatività.

Da questo si desume che tutti i mali dell’uomo sono la conseguenza della mancanza della parte intuitiva, quella femminile, il cui modello ritorna ricorrente nelle storie e nei poemi di sempre quale il principe azzurro che va alla ricerca della sua parte femminile: infatti l’Essere umano, uomo o donna che sia, potrà dichiararsi un Essere completo ed evoluto solo quando riuscirà ad equilibrare dentro di sé il maschile con il femminile.

In questo squilibrio di idea e creatività c’è il malato di cui la malattia non è una patologia, ma esclusivamente la perfetta espressione manifestata, purtroppo, dal corpo a seguito dell’imperfetta comprensione dei meccanismi della vita e di una esistenza non vissuta in totale espressione d’amore.

Di conseguenza, la PNEI rende “vere” le parole del conte di Cagliostro che affermava che non esistono le malattie, ma solo i malati. La malattia, secondo la PNEI, è la conseguenza dell’operaio, il sistema immunitario, che costruisce quell’organo, quel sistema o quel tessuto secondo gli ordini che gli vengono dall’alto, dal progettista, cioè dalla coscienza.

Ciò porta alla definizione del vero medico: il medico non deve essere solo colui che applica pratiche chirurgiche o farmaceutiche al paziente che, andato fuori etica, non riesce più a riprendere il controllo sulla propria vita, bensì deve essere un medico teologo, un professionista capace di bilanciare un recupero etico parallelamente al fatto di porre sollievo al corpo.

Ancora Cagliostro chiarisce il ruolo del medico teologo: Ecco, io parlo e le vostre anime antiche ne riconosceranno le antiche parole; una voce che è in voi e che taceva da molto tempo risponde alla chiamata della mia. Io agisco e la pace ritorna nei vostri cuori, la speranza nelle vostre anime e la salute nei vostri corpi.

Una scienza, qualsiasi scienza, che non ponga le sue basi nell’Amore cristico, la conseguenza dell’incontro e della fusione tra maschile e femminile, non potrà in nessun modo produrre effetti soddisfacenti al fine dell’elevazione dell’Essere Umano.

Concetto fondamentale ed esclusivo della Scienza dei Magi è senza dubbio quello dell’inseparabilità fra evoluzione biologica, quindi fra concezione darwiniana della biologia nel suo divenire, e santità spirituale. Se infatti per santità intendiamo il manifestarsi in una persona dello stato di essere dell’Amore quale nuovo ed infinitamente più espanso stato della coscienza, risulta evidente che lo stato di santità non dipende solo da libere scelte morali individuali, bensì costituisce la meta stessa dell’evoluzione della Biologia in virtù della inseparabilità fra Materia e Spirito, Immanenza e Trascendenza, essendo il divino al contempo la Realtà fondamentale, immanente e più trascendente rispetto all’identità dell’Essere Umano.